Tagged with giovanni falcone

paolo procaccianti per antimafia special

per essere antimafioso basta fare il proprio dovere nella propria vita professionale, nella vita di tutti i giorni, attenersi alle norme del vivere insieme, del vivere civile.

Paolo Procaccianti ci racconta del suo maestro, Paolo Giaccone, del suo lavoro di 40 anni con i giudici del Tribunale di Palermo, delle autopsie sui corpi di Peppino Impastato, di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, due ‘grandi amici’.
Sostiene Procaccianti che oggi i giudici non sono così soli come erano in passato, che oggi c’è molta più indignazione: ‘se si cerca di marginalizzare un magistrato oggi, la popolazione insorge’.
Questo per dire che, secondo lui, la Sicilia non è irredimibile.

Tagged , , , , , ,

armando sorrentino per antimafia special

Armando Sorrentino racconta a Antimafia Special del processo per l’omicidio La Torre, da chi e perché fu ammazzato, del fatto che la politica non ha mai voluto combattere la mafia, ma solo mantenere lo status quo. Ci racconta che un collaborante, ‘un pezzo da 90′, diceva che i mafiosi sarebbero stati solo una massa di sciacalli, criminali qualsiasi, se non avessero da sempre agito in accordo con lo stato, con la politica, con i carabinieri e con tutti gli enti governativi. Dice ancora: in Italia non esistono misteri, esistono segreti di Stato, cose indicibili.
Sorrentino crede che l’unica speranza di creare una coscienza antimafia sia la cultura, la formazione a partire dall’asilo.

la formazione delle coscienze è un prerequisito per una società democratica

Tagged , , , , , , , ,

Michela Battaglia e il suo progetto sulla topografia della memoria

Michela Battaglia ci racconta il suo progetto sulla ‘topografia della memoria‘.
Un’idea che nasce nel 2010, quando esce il film d’animazione ‘Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi‘, e riflette sul fatto che i bambini non sanno nemmeno chi sono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Tagged , , , ,