ho incontrato anche Vincenzo Agostino

alla fine della salita al Monte Pellegrino ho incontrato Vincenzo Agostino.  Un uomo anziano che ha percorso qualsiasi strada pur di ottenere giustizia da quello Stato per il quale suo figlio Nino ha consapevolmente sacrificato la vita.

Nino Agostino, venne ucciso il 5 agosto del 1989 a Villagrazia di Carini, insieme alla moglie Ida Castellucci, incinta di cinque mesi di una bambina. È certamente una delle più drammatiche ed oscure vicende della storia di un’Italia retta, allora come adesso, da poteri deviati e da un antistato che troppo spesso diviene Stato. Sulla morte di Nino Agostino non è ancora stata fatta luce ed i suoi assassini, insieme ai mandanti, sono a tutt’oggi uomini liberi esattamente come qualsiasi altro onesto padre di famiglia. Sul fascicolo relativo alle indagini sul suo assassinio è stato apposto quello che non esitiamo a definire “il sigillo della vergogna” ovvero il Segreto di Stato.

Vincenzo ha promesso di non tagliare più la propria barba bianca fino a che non otterrà quello che gli spetta: giustizia per suo figlio, per la sua famiglia, per la nuora Ida e per sua nipote mai nata.

Puoi leggere tutta la storia sul sito dell’Associazione Familiari Vittime di Mafia.

Tagged , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>