A Cinisi, con Giovanni Impastato per parlare di Peppino

A casa memoria si respira un’aria leggera. Arrivano persone da tutta Italia per conoscere la storia di Peppino, anche se fuori dalla casa non è sempre così. Cinisi è un paese che non ha mai accettato del tutto Peppino e tantomeno casa memoria. Alcuni affezionati passano davanti all’ingresso e salutano Giovanni con un sorriso, ma sono pochi. Giovanni mi dice che Peppino deve e può essere un esempio per tutti a prescindere dal suo percorso tracciato nel solco dell’estrema sinistra extraparlamentare.

Tagged , , , , , , , , , , , ,

One thought on “A Cinisi, con Giovanni Impastato per parlare di Peppino

  1. Paolo Saccheri scrive:

    Bella intervista, mi pare traspaia la pressione e forse anche la paura che Giovanni deve aver vissuto.

    La sua comuncazione spesso mediata (ma può essere solo un suo modo di parlare) pare racconti di una cosa storica, non diretta. Sarebbe interessante appprofondire con qualcuno degli amici di Peppino che racconti ciò che la famiglia Impastato, e quindi anche Giovanni ha vissuto e forse ancora vive a Cinisi.

    Mi piacerebbe sapere come viene usata e cosa contiene la casa di “Tano Seduto” Badalamenti… ritratti di un uomo integrato nella sua società? Come distinguo il mafioso? Lombroso può essere d’aiuto (credo di no)?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>