Posted in luglio 2012

Presentazione del libro Porto franco a Cinisi

Giovanni Impastato, Lirio Abbate, Claudio la Camera presidente museo della ndrangheta

Giovanni Impastato, Lirio Abbate, Claudio la Camera presidente museo della ndrangheta

Antimafia Special è arrivata a Cinisi per la presentazione del libro Porto franco scritto da Francesco Forgione. Il libro racconta storie, nomi, fatti e cifre di 40 anni di mafia dai moti di Reggio Calabria del “boia chi molla” ad oggi. E, dalle montagne dell’Aspromonte fino alle bombe al tribunale di Reggio del 2010, svela verità inquietan­ti e taciute, squarciando quel cono d’ombra di convivenze, collusioni e compromessi che continua a fare della Calabria un “porto franco” per la legge, la democrazia e lo stato. Continue reading

Tagged , , , , , ,

Michela Battaglia e il suo progetto sulla topografia della memoria

Michela Battaglia ci racconta il suo progetto sulla ‘topografia della memoria‘.
Un’idea che nasce nel 2010, quando esce il film d’animazione ‘Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi‘, e riflette sul fatto che i bambini non sanno nemmeno chi sono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Tagged , , , ,

Esclusiva Antimafia Special – L’appello di Salvatore Borsellino ad Antonio Ingroia

“Ti prego non lasciarli soli”
L’appello sentito di Salvatore Borsellino ad Antonio Ingroia, uno dei giudici più giovani della procura di Palermo, collega e amico di Paolo Borsellino. La scelta di andare in Guatemala lo allontanerebbe dai suoi collaboratori, da Palermo, dalla lotta asfissiante contro la mafia.
Salvatore gli chiede di non andare, di rimanere e ‘fare da scudo’ ai suoi, come fece Paolo Borsellino con lui.

Tagged , , , , ,

a Palermo anche i ragazzi di A ruota Libera

Il 19 luglio in via d’Amelio sono arrivati anche i ragazzi di A Ruota Libera e gli ho chiesto di raccontarmi il loro progetto.

La manifestazione A Ruota Libera è organizzata da Libera Valcamonica e dalla Polisportiva Disabili di Valcamonica in occasione del ventennale della fondazione della Polisportiva Disabili di Valcamonica. Un biciclettata in giro per il nostro paese, pedalando tra memoria ed impegno che vuole legare con un filo immaginario la Vallecamonica a Palermo, attraversando l’Italia per 1890 km di sport, corresponsabilità e legalità.

Tagged , , , , ,

il mio 19 luglio amaro a Palermo

Ieri,  19 luglio, è stato il giorno in cui si è ribadita la volontà di conoscere la verità sulle stragi.

Salvatore Borsellino, come ho già detto, ha una forza incredibile. È serio, bello, commovente e divertente, è pronto a tutto per la verità. Il peso di essere stato lontano dal fratello fino a non potere più recuperare, nel momento dell’irreparabile, se lo sente tutto addosso. Lo sente a tal punto che lo comunica a microfoni aperti a tutti i cittadini presenti, che erano lì per sostenerlo e per gridare ‘verità’.

Detto questo, però, i miei amici lo sanno: io sono uno diffidente, e sono un fotografo di reportage, quindi non posso fare a meno di raccontare un paio di cose spiacevoli che sono accadute. Continue reading

Tagged , ,

ho incontrato anche Vincenzo Agostino

alla fine della salita al Monte Pellegrino ho incontrato Vincenzo Agostino.  Un uomo anziano che ha percorso qualsiasi strada pur di ottenere giustizia da quello Stato per il quale suo figlio Nino ha consapevolmente sacrificato la vita.

Nino Agostino, venne ucciso il 5 agosto del 1989 a Villagrazia di Carini, insieme alla moglie Ida Castellucci, incinta di cinque mesi di una bambina. È certamente una delle più drammatiche ed oscure vicende della storia di un’Italia retta, allora come adesso, da poteri deviati e da un antistato che troppo spesso diviene Stato. Sulla morte di Nino Agostino non è ancora stata fatta luce ed i suoi assassini, insieme ai mandanti, sono a tutt’oggi uomini liberi esattamente come qualsiasi altro onesto padre di famiglia. Sul fascicolo relativo alle indagini sul suo assassinio è stato apposto quello che non esitiamo a definire “il sigillo della vergogna” ovvero il Segreto di Stato.

Vincenzo ha promesso di non tagliare più la propria barba bianca fino a che non otterrà quello che gli spetta: giustizia per suo figlio, per la sua famiglia, per la nuora Ida e per sua nipote mai nata.

Puoi leggere tutta la storia sul sito dell’Associazione Familiari Vittime di Mafia.

Tagged , , , ,

i volti di chi chiede verità

Questi sono i volti delle persone che ogni giorno chiedono verità e che il 18 luglio si sono riunite in corteo per la salita al monte Pellegrino insieme a Salvatore Borsellino. Continue reading

Tagged , , , ,

Parole rubate a Salvatore Borsellino dopo la salita al monte Pellegrino

Un altro piccolo frammento di viaggio per voi: Salvatore Borsellino arrivato in cima al monte Pellegrino fa due chiacchiere con i ragazzi de Il Popolo delle Agende Rosse

Tagged ,

la scalata al monte Pellegrino con Salvatore Borsellino e le agende rosse

Salvatore Borsellino e il popolo delle agende rosse in partenza per la salita al monte Pellegrino

La salita a monte Pellegrino è stata qualcosa di tremendo.
Salvatore Borsellino è di una forza incredibile, che se ti attacchi porta anche te.

Cappello, Lacoste, pantaloncini e scarpe da trekking: irrefrenabile su una salita che non finiva più.  Cercavo di scattare foto e fare video ma la fatica era immane e credo che anche per Salvatore lo sia stato. Solo che lui ha una motivazione in piu, la verità! E grazie a lui io ci sono arrivato alla fine della salita. Continue reading

Tagged , , ,